Alcol & Discoteche, niente più divieti!

Torna ad Inchieste&Commenti                                                            leggi il DECRETO PRECEDENTE

 

E' notizia del 17 Gennaio 2008, il tanto discusso Decreto Bianchi-Amato, quello che per intenderci vietava "la somministrazione" degli alcolici dopo le due nei locali di intrattenimento e spettacolo (le discoteche prevalentemente), è stato modificato.

Con un accordo bipartisan, che suona molto strano, della commissione Trasporti della Camera, è stata eliminata la norma che vietava alle discoteche di vendere alcolici dopo le 2. Premettiamo che la suddetta norma era formulata in modo molto ambiguo e che nel corso di questi tre mesi a queste ambiguità si sono appellati per non dire aggrappati i gestori di locali notturni.

Infatti la norma non vietava la vendita di alcolici ma bensì la somministrazione: interpretando, cosa che non dovrebbe essere possibile quando si parla di leggi, non è possibile preparare drink alcolici da parte del personale del locale cosi come non è possibile servire qualsiasi bevanda alcolica, ma è possibile vendere gli alcolici sotto forma di bottiglie intere o mignon; questo perchè nella legge non compare "non è possibile vendere alcolici dopo le 2"... e così il gioco è fatto..ti servono la Coca Cola, tu compri il mignon di RUM e ti prepari il tuo Cuba Libre!!

Questo hanno fatto i locali fino ad oggi, ma non solo... La colpa però non è certo loro, ognuno difende i propri interessi economici: tanto hanno protestato i gestori delle discoteche nei confronti del decreto precedente perchè tale norma abbassava enormemente i loro introiti derivanti in maggioranza dalla vendita di alcolici. 

A quanto sembra queste proteste sono servite. Oppure ci si è semplicemente resi conto che la norma formulata in quel modo era pressochè inutile... non è possibile stabilire il motivo di tale decisione, però è doveroso ricordare che dall'approvazione del decreto precedente (2 ottobre 2007) il numero di incidenti è calato enormemente!!

Un calo del 30,4% degli incidenti stradali notturni, rispetto allo stesso periodo del 2006, e del 28% quello delle vittime al di sotto dei 30 anni è giustificato, secondo la commissione Trasporti, da un aumento dei controlli per le strade e davanti alle discoteche.

Sarà vero? Comunque efficace o non, ambigua o non, la legge è stata cancellata e momentaneamente non sostituita da nessun'altra della stessa efficacia.

Saranno i dati degli incidenti dei prossimi mesi a fornire maggiori indicazioni. Intanto, da più parti è già stata avanzata la proposta di reintrodurre il divieto, estendendolo a tutti i locali e ai chioschi. Speriamo che se lo si faccia la norma sia stavolta  interpretabile in una sola direzione... quella della sicurezza sulle strade.

 

Voi cosa ne pensate?

DATECI LA VOSTRA OPINIONE